fbpx

Wanderlust

Pubblicato da eleonora il

Viaggio o vacanza

Se anche a te è capitato di sentirti dare del fannullone perchè ti piace partire credo che chi te lo abbia detto non sappia cos’è un wanderlust. Avere il bisogno di esplorare un nuovo posto e quindi una nuova cultura, un nuovo popolo, un altro modo di vedere le cose per molte persone non è un vizio ma una necessità.

Ognuno di noi ha delle passioni e delle aspirazioni e per i wanderlust è il desiderio di conoscere il diverso, è la curiosità di conoscere un nuovo modo di vedere e di fare le cose. Tutto ciò è estremamente affascinante e non può essere ridotto con il termine vacanza.

La vacanza è quando te ne vai in un resort di lusso a prendere il sole e a fare le parole crociate e tutto questo con il viaggio non ha proprio niente a che spartire.

Quando parti per una vacanza vai per riposarti mentre quando torni da un viaggio sei più stanco di prima… Chi viaggia lo sa, il viaggio è faticoso, è difficile, è impegnativo, a volte sporco, complicato, faticoso, ma ti da le più belle emozioni che puoi provare nella vita. Il viaggio è emozione, avventura pura, sorpresa, gioia, incanto, sorpresa e meraviglia. E’ appagare la propria curiosità per poi scoprire subito dopo che per una cosa che hai visto ce ne sono altre mille da scoprire.

Quando ti dicono che sei viziato perchè vuoi viaggiare non sanno bene quello che dicono! Molte persone sono affascinate dal lusso e dai resort e non sono interessate a scoprire il mondo, non gli interessa vedere cosa c’è dietro quel resort o nel villaggio lontano o dietro la montagna. Non c’è chi ha ragione e chi ha torto, sono solo modi diversi di intendere il mondo.

E tu sei curioso?

L’unica cosa oggettiva è che il viaggio non è una vacanza per riposarsi, si può scoprire il mondo con i propri tempi, con calma e rilassandosi. ma molto spesso le cose non vanno cosi, sia per il tempo a disposizione, sia per la quantità di cose da vedere. Il wanderlust si fa prendere da tutte le cose che ci sono da vedere e ne vuole vedere il più possibile, volendo esplorare ogni parte del mondo.

Il wanderlust vuole conoscere la cultura del posto entrando a far parte di quella stessa cultura. Mangia cibo locale, si immerge nelle abitudini del paese che sta visitando, cerca i posti dove vanno i locali, si sveglia presto al mattino, va a letto tardi.

Forse per molti tutto questo è una faticata più che un divertimento, mentre per i wanderlust è il massimo della vita. Conoscere, esplorare, vivere.

Mi ricordo ancora quando partendo per un viaggio con mia sorella le dissi che con tutte le cose che avremmo visto non avremmo avuto il tempo di fare altro. “Sarà un’ammazzata!” Conclusi. Un’ammazzata di esplorazioni, non c’è niente di meglio per un wanderlust. Ma lei un po’ sconsolata mi disse: “Un’ammazzata? Così definisci la nostra prossima vacanza?!”… Lei voleva andare in vacanza, io volevo viaggiare.

Come un insider

Ognuno fa della sua vita ciò che vuole. Per un wanderlust fare della propria vita un capolavoro significa conoscere.

Quando parti sta a te decidere se alloggiare in un bell’albergo con doppia piscina, passare il tempo a prendere il sole, pranzare e cenare mangiando prelibatezze o mangiando nei fast food internazionale, comprare magliette Hard Rock o bere birra ai pub.

Oppure puoi mangiare street food per strada, assaporare nuovi sapori, nuovi piatti, diverse pietanze completamente nuove, alcune buonissime, altre che non riuscirai a mangiare per quanto il loro sapore è diverso dal nostro gusto. Dormire negli ostelli anche per 5 euro a notte, dormendo in camerate da 14 persone provenienti da tutto il mondo, conoscere persone e parlare con cosi tante di ogni nazione che in nessun altra situazione ti potrebbe capitare.

Ci sono milioni di modi di viaggiare per tutti i gusti e per tutte le tasche. 

Potrai perderti in strade sconosciute osservando persone vestite diversamente, con atteggiamenti diversi, con pensieri diversi. che fanno dei lavori che da noi neanche esistono.

Scoprirai che ci sono talmente tanti modi di vivere che inizierai a capire che la cosa giusta non è mai una. Per ognuno la sua. La diversità che c’è nel mondo è spettacolare e tutta da scoprire e più andrai lontano dalla tua comfort zone più vedrai cose diverse dalle quali sei abituato.

Vedrai paesaggi mai immaginati, profumi diversi, vestiti diversi, lavori diversi, aspettative e desideri diversi, gusti diversi e tutto questo ti arricchirà cosi tanto che sentirai di stare vivendo.

Wanderlust

Se anche tu senti il bisogno di partire, e appena tornato da un viaggio ti metti già alla ricerca del volo per quello successivo. Se ti piace programmare e organizzare i viaggi appuntandoti tutte le cose da vedere. Se dopo pochissimo che sei tornato già inizi a sognare il prossimo viaggio, se non fai altro che guardare prezzi di voli e itinerari di viaggi. Se desideri biglietti aerei come regalo e non gioielli, se desideri riempire la tua vita di esperienze e non di cose, allora molto probabilmente anche tu sei un wanderlust.

Alcuni studiosi affermano che esiste proprio un gene nel nostro DNA responsabile di questo irrefrenabile voglia di partire.

Chiamala curiosità, saggezza, incoscienza, intelligenza, voglia di conoscere o più semplicemente voglia di vivere, ma se sei cosi viviti la tua vita a mille, vai dritto per la tua strada e realizza i tuoi sogni. Gli unici viaggi di cui ti pentirai sono quelli che non avrai fatto. Quindi prenota quel volo che guardi già da un po’ e parti per il tuo viaggio.

Non ascoltare chi non è come te, non può capire, ma ascolta te stesso. Fai quello che il tuo corpo ti dice di fare, solo cosi potrai essere felice e in pace con te stesso. D’altronde non siamo tutti uguali, come potrebbe allora essere un percorso giusto per tutti se siamo tutti diversi, ognuno ha il suo e omologare significa premiare chi ha quelle passioni in linea con la società e tarpare le ali agli innovatori.

Ascolta te stesso a fai quello che vuoi, non ascoltare chi ti dice che stai uscendo fuori dai paletti della società. Che sia un viaggio di una settimana, di un anno o di tutta la vita. E se sbaglierai qualcosa pazienza, starai sbagliando facendo quello che ti piace, sarai felice anche dei tuoi errori. Se Cristoforo Colombo non fosse partito per l’india non sarebbe arrivato in America.

Quando gli altri ti diranno che sei un viziato perchè vuoi andare in vacanza ricordati di tutto questo e vai dritto per la tua strada.

La ragazza con gli stivaletti bassi

Categorie: BENESSERE

6 commenti

Luigi · 28 Febbraio 2021 alle 10:15

Anche per me è così , appena torno da un viaggio non vedo l’ora di programmare il prossimo ; non riesco a stare fermo 🙂

    eleonora · 26 Marzo 2021 alle 10:57

    Allora sei in buona compagnia. 🙂

Mario · 1 Marzo 2021 alle 15:39

Anche per me è così , non riesco mai a stare fermo , devo sempre provare nuove esperienze

    eleonora · 18 Marzo 2021 alle 13:37

    E’ una cosa bellissima Mario!

Francesco · 1 Marzo 2021 alle 16:06

Io se sto più di 6 mesi nello stesso paese inizio a diventare matto. Ho continuamente bisogno di cambiare orizzonte.

    eleonora · 18 Marzo 2021 alle 13:57

    Come ti capisco Francesco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano